Euro 6: tecnologie automotive verso la sostenibilità

Le nuove normative anti-inquinamento europee spingono le case automobilistiche ad investire in ricerca e nuove tecnologie al fine di proporre sul mercato modelli di auto sempre più ecologiche e che possono vantare un consumo di carburante ridotto ed emissioni di CO2 da record. Proprio in base al valore di emissioni di CO2 viene periodicamente stilata la classifica delle auto più ecologiche.

A settembre 2009 il Parlamento europeo ha stabilito per legge che ogni veicolo di nuova produzione deve rispettare la normativa Euro 5. Con lo stesso regolamento il Parlamento Europeo ha già stabilito i parametri che regoleranno l’omologazione dei veicoli e che rispetteranno la normativa Euro 6 la quale prevede una riduzione del livello dei NOx per motori diesel da 180 a 80 mg/km.

Camion e autobus che circolano in Europa dovranno inquinare di meno: secondo quanto stabilito dalla normativa europea Euro 6, entrata in vigore il 31 dicembre 2012, infatti, i nuovi camion e autobus dovranno emettere l’80% in meno di ossido d’azoto e il 66% in meno di particolato rispetto ai livelli stabiliti dal precedente standard (Euro 5). In particolare, l’Euro 6 è già operativo per le omologazioni dei veicoli pesanti, mentre lo sarà dal 2014 per le immatricolazioni ma alcune case automobilistiche hanno già dei modelli che rispettano questi criteri. Per quanto riguarda, invece, l’omologazione delle normali autovetture, i parametri Euro 6 saranno vigenti dal settembre 2014.

Oltre che sulla salute e sull’ambiente, la nuova legislazione punta ad avere anche un impatto positivo sull’industria, infatti introduce procedure di test e norme standardizzate su scala mondiale che dovrebbero contribuire a dare impulso alle esportazioni dell’industria automobilistica europea.

Facebook Twitter Plusone Linkedin